Wanda in silenzio social Ma basta una foto dei figli…
02/14/2019
Sergio Ramos fa il furbo "Con l'Ajax un giallo voluto" Ma la Uefa punisce chi bara
02/14/2019

Krzysztof Piatek è al centro di Milano. Ha appena preso casa nella zona di Piazza Gae Aulenti, la parte centrale più moderna della città. È ben inserito nello spogliatoio ed ha già un ottimo feeling con i tifosi, da quelli più generosi di San Siro al vice premier Salvini. Ciò che conta ancora di più è che Piatek sia al centro del gioco rossonero e i quattro gol in altrettante partite lo dimostrano meglio di ogni altra analisi. Arrivava con ottime referenze ma al Milan è andato anche oltre le attese: magari nemmeno lui si aspettava di arrivare a un passo dal primo personale obiettivo di stagione in soli diciotto giorni. L’ingaggio corrisposto dal Milan è quasi cinque volte quello del Genoa, quattrocento mila euro contro il milione e otto di oggi. Un contratto “a scaletta”: superati i cinque gol, esistono tutta una serie di riconoscimenti economici per altri step ravvicinati.
LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE DI ALESSANDRA GOZZINI SULLA GAZZETTA DELLO SPORT IN EDICOLA